Sisters in Liberty:

da Firenze a New York

La mostra “Sisters in Liberty” illustra lo straordinario intreccio di idee che hanno ispirato le due monumentali statue della Libertà: la Libertà della Poesia di Pio Fedi (1883) nella basilica di Santa Croce a Firenze, e la Statua della Libertà di Frédéric Bartholdi, inaugurata a New York nel 1886. I visitatori scopriranno e potranno interagire con simboli, voci ed eroi legati agli ideali di libertà e di libero pensiero. L’elemento chiave nell’esperienza di visita è la possibilità di scoprire i legami culturali che da tempo uniscono l’Italia e gli Stati Uniti. Saranno mostrate queste forti connessioni nell’ambito dell’arte, dell’architettura, della libertà, della poesia e della condizione umana.

Grazie alla partnership della Kent State University, la statua della Libertà della Poesia di Pio Fedi è stata sottoposta a una scansione in 3D che ne ha permesso una riproduzione in scala reale per l’esposizione all’Ellis Island Museum. È stato inoltre realizzato il “Listening Wall“, strumento digitale interattivo che consente ai visitatori di visionare documenti e ascoltare testimonianze legate ai temi della mostra, registrando poi una loro personale riflessione sulla libertà.

Two Liberties
Fino a settembre 2020 la mostra sarà aperta al pubblico presso l’Ellis Island National Museum of Immigration, nella galleria dedicata alle esposizioni temporanee, con ingresso libero per tutti i visitatori del museo.
 
La mostra è curata da Giuseppe De Micheli e Paola Vojnovic (Opera di Santa Croce) e da Ann e David Wilkins (Duquesne University Program of Rome). Il progetto è stato reso possibile da donazioni da parte di istituzioni e privati.
 
Il progetto espositivo è sostenuto da American Express e Four Seasons Hotel Firenze.

DOVE:
Ellis Island National Museum of Immigration

ORGANIZZATO DA:
L’Opera di Santa Croce in collaborazione con l’Ellis Island National Museum of Immigration di New York

DURATA:
18 ottobre 2019 – settembre 2020

Le due Libertà

1860

In Italia, negli anni ’60 dell’Ottocento, lo scultore Pio Fedi progettò una magnifica tomba con la personificazione della Libertà della Poesia per celebrare Giovanni Battista Niccolini, un poeta che aveva ispirato e sostenuto il Risorgimento e la lotta italiana per l'autodeterminazione.

1877

Il monumento a Niccolini fu inaugurato con una grande cerimonia pubblica nel 1877 nella chiesa fiorentina di Santa Croce, conosciuta come il “Tempio delle itale Glorie” in quanto luogo di sepoltura per alcune delle figure più importanti d'Italia, tra cui Michelangelo, Galileo e Machiavelli.

1870

Contemporaneamente nel 1870, Frédéric Bartholdi, scultore francese, immaginò un grande dono per il popolo americano in onore del centenario dell'indipendenza americana.

1886

La sua statua Liberty Enlightening the World, comunemente nota come Statua della Libertà, fu inaugurata nel porto di New York nel 1886.

Entrambe le statue hanno una forte somiglianza fisica tra loro, oltre a una connessione simbolica. La Libertà della Poesia è stata creata per rappresentare la libertà creativa e la libertà dall’occupazione straniera, mentre la Statua della Libertà è stata a lungo un simbolo di libertà e indipendenza per il popolo americano. Se Bartholdi e Fedi si siano mai incontrati o se fossero a conoscenza della reciproca visione della libertà rimane una domanda ancora aperta; le fonti fanno tuttavia supporre che Bartholdi sia stato ispirato dai disegni di Fedi mentre, durante la guerra franco-prussiana negli anni ’60, si trovava a Firenze.

Listening Wall

La mostra a Ellis Island è l’occasione per presentare uno dei più recenti strumenti digitali della Kent State University – il Listening Wall del Wick Poetry Center. Il Listening Wall offre un’esplorazione multimediale dei legami che intercorrono tra l’Italia e gli Stati Uniti, toccando l’arte, l’architettura, i concetti di libertà e di condizione umana; con esso, i visitatori possono confrontarsi con documenti storici, racconti orali e narrazioni multimediali incentrate su questi temi universali.

Viene così sperimentato un nuovo modello per il coinvolgimento del pubblico che permette di collegare le voci del presente con quelle del passato, fornendo una piattaforma di scambio creativo e inclusivo.

Rassegna stampa

Da Firenze a Ellis Island cugina Libertà

Articolo web: Ansa Viaggi Art

Opera di Santa Croce, a New York l’inaugurazione del progetto espositivo Sisters in Liberty

Articolo cartaceo: Ag Cult

See the Statue of Liberty’s Italian Sisters – and possible inspiration – in a special exhibit on Ellis Island

Articolo web: Forbes

Il mattino di Radio 1 (minute 16.15)

Podcast: RaiPlayRadio

Firenze va a New York con la gemella di Liberty

Articolo cartaceo: La Repubblica Firenze

Sorelle per la libertà. La statua gemella di Lady Liberty in mostra a New York. Da Firenze

Articolo cartaceo: Artribune

Firenze e New York più vicine, con le Sisters in Liberty

Articolo cartaceo: Exibart

Leading Culture Destinations 2020: due nomination italiane agli Oscar del turismo culturale

Articolo cartaceo: Artribune

Leading Culture Destinations 2020, a Sisters in Liberty la nomination per l’Oscar dei musei

Articolo cartaceo: Ag cult

News & Eventi

Opera di Santa Croce © 2020. All Rights Reserved

Privacy Policy / Reset cookies preferences